Un'edizione con i controfiocchi

L'angolo principale della nostra manifestazione, il 22 e 23 aprile 2017, sarà dedicato a MORGAN LOST, con Claudio Chiaverotti che ci rivelerà i retroscena della nascita e della crescita di uno dei personaggi più interessanti attualmente in edicola.

...ma non solo!

Fra gli ospiti che saranno con noi in Borgo della Vittoria e via Libero Andreotti, il 22 e 23 aprile, aspettiamo nomi importanti del fumetto nazionale.

Saranno di nuovo con noi Marcello Mangiantini ed Andrea Domestici, il primo disegnatore di punta della Sergio Bonelli Editore, il secondo creatore dell'ormai mitologico Arthur King, insieme al mai abbastanza ricordato amico Lorenzo Bartoli, che presenterà il suo ultimo progetto, Polli Domestici; e poi Stefano Casini, storica matita di Nathan Never, affermato autore completo molto attivo oltralpe, Giuseppe Scapigliati, l'ideatore dello spassoso, ma non solo, Bradi Pit, e Luca Pozza, che lo scorso anno presentò da noi La Guera Granda; . 

Confermata la presenza di tanti interessantissimi giovani talenti: Domenico Martino, gli amici di Amianto Comics, quelli di Bad Moon Rising Production, di Kleiner Flug.

E in arrivo ci sono tante altre sorprese... restate collegati!

Il Giappone di Vincenzo

Un nuovo annuncio che ci riempie di gioia è quello di un personaggio che abbiamo avuto modo di incontrare un anno fa dai nostri amici de L'Elefante.

Questa è la scheda di VINCENZO FILOSA pubblicata sul sito di Canicola:

"fumettista e traduttore dal giapponese, dopo le pubblicazioni underground su antologie come Futuro Anteriore, Zero Tolleranza, Spaghetti, Crack Antologia, Deriva, Epoc, Lamette, Gilette, è tra i fondatori dell’etichetta indipendente Ernest, ed autore per Canicola e Delebile. Nel 2011 realizza per la rivista Domus un servizio a fumetti sull’architetto giapponese Shigeru Ban. Nel 2012 illustra laZeroGuida di Roma e inoltre è tra gli invitati alla mostra Nuvole di Confine, Graphic Journalism L’arte del reportage a fumetti, con un catalogo edito da Rizzoli Lizard".

Il suo lavoro più recente è lo splendido 'Viaggio a Tokyo', pubblicato proprio da Canicola.

Roberto Diso, un pezzo di storia del fumetto...

Ha confermato che sarà con noi uno dei nostri autori preferiti, un pezzo di storia della nona arte italiana, e non solo.

Il pubblico italiano conosce l'83enne Roberto Diso principalmente per Mister No, il personaggio della Sergio Bonelli Editore di cui ha ristrutturato l'immagine e per il quale ha realizzate innumerevoli storie e tutte le copertine, a partire dal numero 116, ma a partire dal 1954 ha lavorato per tutte le principali case editrici italiane ed europee.

Rimarrà con noi in entrambe le giornate dell'evento, al fianco di altri autori bonelliani che ormai, a Pescia, sono ospiti fissi, Marcello Mangiantini e Moreno Burattini, accanto a lui nella foto.